BUONA ESTATE

Il Senato va in vacanza lanciando un bel segnale alla città di Bologna in piazza il 2 agosto: finalmente in Commissione giustizia è iniziata la discussione del disegno di legge sul reato di depistaggio già approvato dalla Camera insieme al mio ddl sullo stesso tema. Ne ho parlato anche in questa intervista radiofonica. Mi  ha fatto molto piacere che il presidente del Senato Piero Grasso, intervenendo il 2 agosto dal palco di Bologna, abbia voluto ricordare il mio impegno su questo fronte. Qui il video dell'intervento del Presidente Grasso.

DAL PALAZZO

L'ultimo atto approvato prima della pausa è stato il decreto legge 83 sull'amministrazione della giustizia. Quel decreto contiene anche una misura su un tema che seguo da tempo: l'utilizzo degli  ex tirocinanti negli uffici giudiziari. Ho presentato un ordine del giorno accolto dal governo  che si è impegnato a coinvolgere la Conferenza Stato Regioni nella definizione di ulteriori progetti per l'utilizzo di questi lavoratori. Sono intervenuto in aula sul tema. Qui il video del mio intervento.

Mentre i giudici italiani riconoscono il matrimonio tra due donne francesi e stabiliscono che il cambio di sesso per le persone trans può avvenire anche senza mutilazione chirurgica e mentre la Corte Europea dei Diritti Umani sanziona l'Italia per l'assenza di una legge sui diritti delle coppie dello stesso sesso, in Senato procede l'iter della legge sulle unioni civili. Dopo l'arrivo della relazione tecnica del Governo e dei pareri della Commissione bilancio sono iniziate le votazioni sui 1.700 emendamenti ostruzionistici. Riprenderemo a settembre: il PD si è impegnato ad approvare la legge entro il 2015.

Insieme a settanta senatori ho depositato un disegno di legge sulla legalizzazione della cannabis depositato anche alla Camera da 180 deputati. Una seria azione di contrasto ai danni prodotti dalle droghe passa anche dalla sottrazione del mercato della cannabis alla criminalità organizzata e da una seria politica di prevenzione per quanto riguarda le droghe sintetiche. All'ennesima morte di un ragazzo per ecstasy non si risponde chiudendo le discoteche ma attivando progetti di riduzione del danno. Ho presentato un'interrogazione per chiedere quali siano le intenzioni del governo.

Sono stato relatore del parere della Commissione giustizia sul decreto legislativo che organizza il trasferimento al Ministero della giustizia delle spese per il funzionamento degli uffici giudiziari, che fino ad oggi  sono state anticipate dai Comuni. Finalmente questi ultimi stanno sgravati da un'incombenza spesso accompagnata dai ritardi nei rimborsi, spesso solo parziali.

Pochi giorni fa il Senato ha respinto la richiesta di arresto per il senatore NCD Azzollini. A noi spettava unicamente di stabilire se fosse in atto una persecuzione, ma di fumus persecutionis io non ho visto traccia, per cui ho votato a favore dell’autorizzazione. L'aula si è espressa, a voto segreto, in modo diverso da quanto proposto anche dalla Giunta per le autorizzazioni. Non credo che la politica abbia lanciato un bel segnale ai cittadini.

Ha fatto molto discutere il voto favorevole di 19 senatori del PD, fra cui il sottoscritto, a un emendamento  al disegno di legge sulla RAI su cui il governo  aveva dato parere contrario. Si è trattato di un voto in dissenso sui 405 voti conformi espressi su quel provvedimento, fra cui il voto finale in cui tutti abbiamo votato a favore. Si trattava dell'ennesima delega in bianco al governo, stavolta sul canone RAI, su cui avevamo chiesto senza risposta una maggiore articolazione, come sarebbe necessario per una  delega dal parlamento al governo.

Questo mese ho presentato come primo firmatario tre interrogazioni: una al Ministro Alfano sulle trascrizioni di matrimoni all'estero fra persone dello stesso sesso, una sui permessi orari per i cittadini che svolgono funzioni amministrative nei piccoli Comuni e una sul caso di una giovane coppia di sposi gay, un Italiano e un peruviano, costretti all'estero dal rifiuto del visto da parte dell'ambasciata italiana a Lima, nonostante le norme comunitarie lo impongano.

Ho sottoscritto un'interrogazione insieme a Giorgio Pagliari sulle condizioni del carcere di Parma, una di Stefano Vaccari sullo spostamento della sede della Ferrari in Olanda ed altre a prima firma Ruta sull'eliminazione del requisito di altezza nelle forze armate, Albano sul contrasto alla pedofilia, Buemi sulle scuole paritarie e Vaccari sullo sviluppo della mobilità elettrica.

Ho firmato il disegno di legge, a prima firma di Valeria Fedeli e Josefa Idem, "Modifiche alla legge 23 marzo 1981 n. 91, per la promozione dell'equilibrio di genere nei rapporti tra società e sportivi professionisti", quello di Nerina Dirindin sull'introduzione del "Testimone della memoria storica per le vittime di mafia", il ddl di Walter Tocci per la libera riproduzione dei beni d'archivio e quello di Laura Puppato sul divieto di denominazioni razziste nelle liste elettorali.

Ho sottoscritto anche un ordine del giorno sul bilancio del Senato per sollecitare una regolamentazione della figura del collaboratore parlamentare.

In questi giorni il Senato ha approvato in via definitiva il disegno di legge sull'autismo che anch'io avevo sottoscritto.

PER BOLOGNA

Il  sindaco Virginio Merola, è stato iscritto nel registro degli indagati per avere dato l'acqua a delle famiglie di occupanti abusivi con bambini, anziani e disabili. Questo perché la Procura di Bologna ha interpretato in senso restrittivo una norma ambigua, l'art.5 del decreto Lupi del 2014. Sulla questione avevo presentato un'interrogazione al ministro Delrio. E' importante che proprio in questi giorni il ministro abbia annunciato la volontà di rivedere quella norma.

Nel disegno di legge 1977 sugli enti locali è stato incluso anche un emendamento, che ho sottoscritto insieme agli altri senatori bolognesi del Pd Puglisi, Sangalli e Broglia, che consentirà al Cineca di Bologna di proseguire la sua attività.

RETEDEM

In luglio è nata ReteDem, uno spazio politico e culturale che punta a trasformare dall'interno il Pd, facendo rete fra le migliori pratiche dei circoli, recuperando  lo spirito  originario dell'Ulivo di una forza radicata nel centrosinistra e lavorando per combattere l'astensionismo e la delusione dei nostri elettori lavorando su alcuni obiettivi forti come la legalità, l'ambiente, i diritti civili. A fine settembre avrà luogo l'assemblea nazionale costitutiva. Vi terrò informati/e. Intanto, buona estate.

Sergio Lo Giudice

css.php